Arredare l'ingresso di casa in stile Scandinavo

4 stili per arredare l’ingresso di casa

Ingresso moderno o ingresso classico? Arredare la propria casa è un po’ come realizzare un’opera d’arte per il nostro piacere e per la nostra comodità; ma non è cosi facile come sembra; ad esempio arredare l’ingresso di casa può sembrare una cosa di poco conto, scontata, dove basta posizionare qualche complemento d’arredo a caso ed è fatta. Invece non è cosi, l‘ingresso non è meno importante della zona living o della cucina. Anzi bisogna tenere presente il fatto che è la partizione della casa che per prima accoglie gli amici e gli ospiti, il primo impatto con il vostro ambiente, che parla di voi e dei vostri gusti. Il consiglio è di studiare con cura come arredare un ingresso.

Scegliere lo stile più adatto

Gli stili di arredo oggi offrono una vasta gamma di scelta, il comparto dell’arredamento ha subito un evoluzione significativa negli ultimi decenni, riuscendo a mixare gli stili più cult con le nuove proposte moderne, anzi futuristiche. È solo d’obbligo decidere se preferiamo ingressi eleganti ingressi particolari. Come già detto gli stili sono tanti, senza dubbio però l’ingresso di casa dovrebbe essere in sintonia con il mood di tutta l’abitazione. Se l’intero arredamento è in stile classico allora ci saranno all’entrata mobili per ingresso classico, quelli che andranno scelti per fare da anfitrioni dell’abitazione. Ma quali sono i trend di quest’anno per l’arredo dell’ingresso? Qui di seguito potrete trovare alcuni consigli interessanti per scegliere lo stile giusto per arredare l’ingresso.

1. Ingressi shabby

Lo stile Shabby anzi più precisamente shabby chic è uno stile di arredamento che ha conquistato in breve tempo sempre più consensi. Il termine shabby significa letteralmente invecchiato, logoro, usato, ed è uno stile da interior design caratterizzato appunto dal fatto che mobili, accessori e arredi di vario tipo hanno un aspetto invecchiato. Questa è l’anima dello stile shabby, in effetti i mobili realizzati con questo mood possono essere di qualunque materiale e di qualunque epoca. Quindi, possiamo parlare di arredo shabby di recente produzione oppure di mobili riciclati e trattati con una lavorazione che rende l’idea dell’invecchiato, dell’usurato.

L’arredo delizioso per l’ingresso

I mobili più adatti per creare ambienti in questo stile particolare, assolutamente delizioso, sono quelli cosiddetti “vecchi”; ricchi di intarsi e di lavorazioni che appartengono a un’età passata. Preferibilmente in legno al quale possono aggrapparsi meglio le vernici per il restauro e le lavorazioni sulla superficie. Lo stile shabby dà una seconda possibilità a mobili che diversamente verrebbero gettati via. Lo shabby chic nasce originariamente in Gran Bretagna dove i primi accenni di questo mood particolare di arredare erano presenti nelle case di campagna. I complementi più significativi di questo stile sono i divani di broccato, le tende candide, i lampadari di grosse dimensioni, le tinte tenui. Infatti lo stile shabby si rifà moltissimo agli arredi d’epoca, ad esempio allo stile vittoriano; ma trae ispirazione anche dallo stile svedese gustaviano e da quello dei castelli francesi. Indubbiamente una scelta di grande impatto visivo per un ingresso glamour.

2. Stile Industrial

Un’altro interessante stile per arredare l’ingresso di casa è il tipo di arredo chiamato “industrial”, si tratta di uno stile dalle linee rigide, essenziali, che predilige i toni del grigio e del tortora, vagamente minimalista, caratterizzato da grandi piante poste negli angoli, mobili dal design asciutto e rigoroso, di grande effetto e ispirato ad ambienti futuristi; di tendenza gli abbinamenti optical, le linee geometriche o astratte e il total white. Immancabili i complementi in acciaio per appendiabiti e panche.

3. Stile scandinavo

Lo stile scandinavo fa tendenza per le sue linee semplici, la freschezza del legno naturale e le tinte pastello. Molto apprezzato per la zona living e la cucina è perfetto anche per l’ingresso. Grazie al suo mood impostato sui toni luminosi, infatti amplifica anche l’ingresso più piccolo, dando all’ambiente un tocco primaverile e arioso. Tutta la casa sarà gratificata da un ingresso accogliente ma di una semplicità elegante e raffinata. L’ingresso in stile scandinavo si riconosce per l’arredo chiaro in faggio o betulla, e per i toni pastello, dove la fanno da padrone il lilla, il verde acqua e il rosa cipria.

4. Stile eclettico

Lo stile eclettico è senza dubbio una scelta fuori dal coro, da definire quasi azzardata. Si tratta di uno stile che utilizza elementi di design differenti e di differenti epoche per lo stesso ambiente. Questi diversi componenti dell’arredo devono essere scelti con cura per creare un’armonia di arredo perfetta. In effetti è uno stile che richiede conoscenza e gusto, altrimenti si rischia di appesantire l’ingresso con un effetto poco elegante. Uno stile difficile da gestire da chi è profano, ma di grande effetto artistico se ben orchestrato.

In questo articolo abbiamo visto che arredare l’ingresso di casa è un aspetto da non sottovalutare. A te la sfida di trovare lo stile che  rispecchia i tuoi gusti personali e al contempo si abbina con il resto della casa. Buon arredamento!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest